La sede

Il Torrione Farnese

Dal disegno semplice e austero, torre, fortilizio e monumento insieme, sorge nella parte bassa del paese. Alto 20 metri, dalla pianta quadrata, presenta quattro baluardi agli angoli, sporgenti ed inclinati. In tre di questi sono stati ricavati piccoli locali ottagonali mentre nel quarto è presente una scala a chiocciola. Sono ignoti l’architetto e l’epoca di costruzione, ma si ritiene che sia stato iniziato da Bosio II tra il 1527 e il 1535 e terminato da Sforza Sforza nella seconda metà del ‘500. Della costruzione non si conoscono ancora le funzioni ma si suppone che inizialmente pensato a scopo difensivo, fosse invece usato come magazzino per le vettovaglie. Una passerella aerea in legno, oggi scomparsa, lo collegava al Palazzo del Duca.

Le funzioni cui è adibita oggi sono luogo di incontro per le nostre riunioni, oltre che magazzino generale di tutta l’attrezzatura di cui disponiamo (tende, armi, armature, ecc…)

E’ nostra intenzione predisporre la torre in modo tale da farla diventare un museo dinamico, in cui il visitatore possa entrare e rivivere una parte di medioevo, vedere le rastrelliere colme di armi, le tende da campo accatastate e pronte ad essere caricate, le armature esposte o mentre vengono riparate, le sale arredate con antichi mobili.

Ad oggi lo stato di conservazione della torre è buono, anche se necessita di alcuni interventi di manutenzione, soprattutto riguardo il rifacimento secondo normative vigenti dell’impianto elettrico e di quello sanitario.

Nonostante tutto il nostro impegno, risulta difficile, per non dire impossibile, operare una ristrutturazione tale, principalmente per mancanza di fondi.

Stiamo quindi cercando un moderno mecenate, uno sponsor, che ci possa aiutare in questa “impresa”, e che possa far fruire nuovamente ai visitatori della bellezza del torrione, sia nei vasti saloni, sia nelle panoramiche che offre sul borgo sottostante.